Un iter che dura da due anni potrebbe concludersi con il nuovo codice della strada 2016

Il 9 ottobre 2014 è stato approvato il testo della legge delega sul nuovo codice della strada, che terminerà il suo iter presumibilmente nel 2016. Nel giro di due anni sono state apportate numerose modifiche al codice in merito alle multe, alla creazione dei parcheggi rosa. La modifica più importante, però, vedrà la luce probabilmente solo alla fine dell’iter e avrà il nome di omicidio stradale.

Quali sono le novità più importanti del nuovo codice della strada 2016?

Le modifiche più importanti si riferiscono alla rivalutazione del concetto di “utenti deboli”, l’inasprimento delle sanzioni per chi guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti, la riduzione del limite di velocità in aree urbane, l’introduzione di due fattispecie di reato: l’omicidio stradale e le lesioni personali stradali.

  • Utenti deboli:Vengono considerati utenti deboli, insieme ai pedoni (con particolare riguardo nei confronti di anziani e bambini), anche i conducenti di biciclette, ciclomotori, motocicli e mezzi a trazione animale. Una notizia accolta gioiosamente da tutti i conducenti a dure ruote, che avranno a disposizione – nel caso in cui venga approvato in via definitiva il nuovo codice – delle corsie preferenziali dei mezzi pubblici;
  • Scooter e moto: Si prevede l’accesso in autostrada e superstrada non solo di ciclomotori 150cc, ma anche 125cc e 120cc (se il conducente è maggiorenne);
  • Limiti di velocità: La circolazione nelle zone urbane e negli snodi critici, come ingressi e uscite di scolaresche, sarà ammessa nei limiti di velocità pari a 30 Km/h;
  • Ergastolo della patente: È prevista la revocazione a vita della patente nel caso in cui l’automobilista abbia commesso omicidio colposo ai danni di più vittime o con tasso alcolemico di 1,5 g per litro o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. La nuova formulazione dovrebbe apportare sanzioni da 4 a 10 anni di reclusione in caso di omicidio colposo;
  • Neopatentati: Ridotto a sei mesi il periodo in cui il neopatentato può circolare con un’automobile con più di 70KW e oltre 55/KW per tonnellata.

Il 2015 è quasi terminato e si aspettano le modifiche in atto sul nuovo codice della strada 2016.

 

Fonte: Nuovo Codice della strada e approvazione nel 2016